Archive for ottobre 2009

Poetiche di resistenza e sogni di libertà

17 ottobre 2009

Concierto_homenaje_victimas_represion_franquista

Palazzo Sant Jordi ha accolto ieri notte il concerto omaggio Poetiche della resistenza, sogni di libertà, dedicato alle vittime della repressione franchista. L’atto organizzato dal Governo Catalano attraverso il Memoriale Democratico, ha potuto contare su Joan Manuel Serrat e Quico Pi de la Serra come artisti di spicco, oltre a L’Orfeo Catalano (Istituzione e scuola corale di riferimento per la cultura musicale catalana)

 

Quando ha attuato questa formazione, spontaneamente il pubblico si è alzato in piedi ed ha iniziato a cantare . E`stato emozionante vedere il direttore del coro, giunto il momento del Canto dei Falciatori, dirigere le circa 4800 persone che hanno assistito all’omaggio .

 

Oggi (15 ottobre 2009) il Governo Catalano celebrerà una riunione straordinaria nella quale chiederà formalmente l’annullamento del giudizio che ha condannato a morte il Presidente della Generalitat Luís Companys ; per farlo, si avvarrà nella nuova legge di memoria storica. Legge 52/2007 per la quale si riconoscono e si ampliano i diritti e si stabiliscono misure in favore di chi ha sofferto persecuzioni o violenza durante la guerra civile spagnola(1936-39) e la dittatura franchista (1939-1975).

“Il fascismo di Berlusconi è quello delle cravatte di Armani”.

15 ottobre 2009

Da El Pais

Saramago acclamato in Italia durante la presentazione del “Quaderno”, il libro rifiutato dalla casa editrice del “Cavaliere“.151_67

“Non ho alcun dubbio, Berlusconi vuole restaurare il fascismo in Italia”, afferma José Saramago. “Non è lo stesso fascismo degli anni trenta, fatto di gesti ridicoli come alzare il braccio. Comunque mantiene altri gesti ridicoli. Non sarà il fascismo delle camice nere, ma quello delle cravatte di Armani”.

È magro e fragile, parla con un filo di voce, però ha tirato fuori le forze non si sa dove ed è qui , in giro per l’Italia a presentare il suo libro Il Quaderno,  pubblicato dalla casa editrice Bollati Boringhieri.

Saramago è arrivato ieri a Roma partendo da Milano e prima è stato ad Alba, in Piemonte. Il pubblico si emoziona e irrompe con un applauso quando senza peli sulla lingua lancia improperi e accuse. “Berlusconi corrompe tutto quello che tocca”. “Berlusconi è patetico, ridicolo e volgare”. E ancora “Berlusconi dice sia  offensivo che una prostituta vada in televisione. E che vada nel letto del primo Ministro non lo è?”.

Saramago compie 87 anni il mese prossimo. Sa che questo viaggio sarà l’ultimo in Italia, ed è felice nel vedere che il suo spirito irriverente e le sue verità scomode siano riuscite a sedurre  un pubblico entusiasta.  “La gente vuole ascoltare queste cose. Non è vero che l’Italia è come Berlusconi”, racconta, seduto … nella sua stanza dell’Hotel Locarno a Roma … 

Martedì è  stato accompagnato nel teatro Parentini dal giornalista Marco Travaglio e dallo scrittore Marco Belpoliti. L’attrice Anna Galiena e  l’attore Alessandro Cremona hanno letto passi del libro. Prima ad Alba, più di mille persone hanno riempito il teatro municipale per ascoltarlo parlare del potere della parola. Questa notte, l’appuntamento è nel teatro Quirini Gassman.

“Questa accoglienza dimostra come non ci sia differenza tra la scrittura di un blog e la scrittura letteraria”, commenta. “Il libro è una raccolta di testi letterari d’attualità. Credo che al pubblico non interessi quel dibattito sull’immediatezza del giornalismo. Vogliono leggere cose di qualità e idee”.

IL Quaderno, un ripasso letterario dell’attualità mondiale scritto nel corso di un anno e mezzo nel suo blog (http://cuaderno.josesaramago.org), si è già collocato nella lista dei saggi più venduti, dopo che Einaudi, la sua casa editrice di sempre, ne declina la pubblicazione per gli epiteti che il Nobel del 1998 dedica a Berlusconi.

ARTICOLO 3 DELLA COSTITUZIONE

8 ottobre 2009

“TUTTI I CITTADINI HANNO PARI DIGNITÀ SOCIALE E SONO UGUALI DAVANTI ALLA LEGGE, SENZA DISTINZIONE DI SESSO, DI RAZZA, DI LINGUA DI RELIGIONE, DI OPINIONI POLITICHE, DI CONDIZIONI PERSONALI E SOCIALI” 

“TUTTI I CITTADINI HANNO PARI DIGNITÀ SOCIALE E SONO UGUALI DAVANTI ALLA LEGGE, SENZA DISTINZIONE DI SESSO, DI RAZZA, DI LINGUA DI RELIGIONE, DI OPINIONI POLITICHE, DI CONDIZIONI PERSONALI E SOCIALI” 

“TUTTI I CITTADINI HANNO PARI DIGNITÀ SOCIALE E SONO UGUALI DAVANTI ALLA LEGGE, SENZA DISTINZIONE DI SESSO, DI RAZZA, DI LINGUA DI RELIGIONE, DI OPINIONI POLITICHE, DI CONDIZIONI PERSONALI E SOCIALI” 

“TUTTI I CITTADINI HANNO PARI DIGNITÀ SOCIALE E SONO UGUALI DAVANTI ALLA LEGGE, SENZA DISTINZIONE DI SESSO, DI RAZZA, DI LINGUA DI RELIGIONE, DI OPINIONI POLITICHE, DI CONDIZIONI PERSONALI E SOCIALI” 

“TUTTI I CITTADINI HANNO PARI DIGNITÀ SOCIALE E SONO UGUALI DAVANTI ALLA LEGGE, SENZA DISTINZIONE DI SESSO, DI RAZZA, DI LINGUA DI RELIGIONE, DI OPINIONI POLITICHE, DI CONDIZIONI PERSONALI E SOCIALI” 

 

 corte-costituzionale

 

Leggi:

” La Consulta: lodo Alfano illegittimo”  Repubblica

“La Corte Costituzionale boccia il Lodo Alfano” L’Unità

“Berlusconi se enfrenta a dos procesos penales graves” El Pais