Archive for settembre 2009

DARIO FO premio Nobel intervistato da EL Pais

21 settembre 2009

“Ha perso il senso della misura, è un caso clinico”da EL PAIS

“L’attore e drammaturgo Dario Fo non sopporta più la situazione. Parlando per telefono dalla sua casa di Milano, il Premio Nobel per la Letteratura del 1997  si avverte stanco ed esasperato dal berlusconismo, quasi prova vergogna per il suo paese  convertito nello zimbello del mondo, grazie – dice – agli spettacoli e alle bugie di un Presidente del Governo  completamente pieno di sé , che si sente sacro e intoccabile, e che ha perso definitivamente la testa.

D. Come definirebbe questa fase della storia d’Italia? 

R . Stiamo vivendo uno dei momenti più oscuri. Ogni giorno assistiamo a grandi avvenimenti. Questa settimana, per esempio, Berlusconi ha rappresentato un’opera buffa in televisione. Ha deciso di cambiare l’ ora e il giorno di due programmi di dibattito politico perché niente potesse disturbare il suo schow personale a Porta a Porta. Il risultato è stato che la trasmissione ha ottenuto l’audience più basso della sua storia. È un buon segnale . Dal tanto ripetere bugie incredibili la gente non gli crede più .

 D. Dice di aver mantenuto la promessa di consegnare in settembre le prime case alle vittime del terremoto.

R. Pura propaganda. Le case  consegnate lunedì sono state costruite dalla provincia di Trento e sono state pagate dalla Croce Rossa, lui ha voluto ingannare la gente. Arrivati a questo punto non resta che lasciarlo fare. È pieno di sé e della sua prosopopea, crede di essere sacro e intoccabile, ha perso completamente la testa.

D.  Pensa realmente questo?

R . Senza alcun dubbio, perché lo abbiamo visto e sentito proferire dalla sua stessa bocca : è malato di sesso, di erotismo e di desiderio di comando. Ha perso il senso della misura e insulta tutti, denuncia tutti è un caso clinico. Dovrebbe restare in una clinica e non al Governo. Sta rovinando le relazioni con i suoi alleati  e nonostante tutto dice di avere il 65% di popolarità, sebbene la gente cambi canale per non vederlo. I sondaggi sono la sua ultima fantasia. Deve commissionarne uno al giorno.

D . Come si spiega il fatto che i votanti cattolici resistano ancora?

R. Nemmeno la gerarchia della chiesa è credibile, ma la base cattolica è stanca e ha protestato in silenzio, hanno detto ai vescovi che non possono continuare a tacere. Con la scusa che lo stato Vaticano è uno stato straniero, non hanno preso posizione. Addirittura hanno accettato le dimissioni del direttore Dell’Avenire, e questo indica come siano complici.  Non possiamo dimenticare che ne va di mezzo il concordato fascista,  grazie al quale lo Stato versa denaro alla Chiesa.

D. Si parla di Caligola , di Nerone … A quale personaggio storico assomiglia Berlusconi?

R. Assomiglia a Sant’Ambrogio, il patrono di Milano. Visse in un periodo storico assurdo, un impero in via di distruzione. Ci sono imperatori che cadono e fuggono, e ci sono altri che tornano e si fanno eleggere dai votanti. Ora assistiamo ad un clima da fine dell’impero. Vediamo che ci sono gruppi nuovi che si stanno preparando per il futuro, assistiamo a ricatti…presto arriveremo al veleno.

D. Non crede piuttosto che il veleno stia fluendo già liberamente?

R. In alcuni casi si , ma ancora siamo nella fase della commedia, come abbiamo visto con la storia del Giornale (il quotidiano della famiglia Berlusconi) : il direttore precedente se ne è andato perché ha detto di non voler andare oltre, Berlusconi ha messo un altro al fronte,e quando questo attacca i suoi nemici Berlusconi dice di non centrare nulla… C’è una commedia di Glodoni, Il Bugiardo, che gli calza come un guanto. Sarebbe sufficiente  adattarla.”

Annunci

GLI ITALIANI SANNO CHE ?

21 settembre 2009

Mentre l’impresario  Gianpaolo Tarantini (lo stesso con cui “l’utilizzatore finale ” ha  intrattenuto, secondo gli inquirenti , almeno 50 conversazioni telefoniche, lo stesso ricevuto a villa Certosa) viene arrestato con l’accusa di traffico di droga.

EL PAIS titola in seconda pagina ” L’Italia inizia a preparare il dopo Berlusconi “.

Il romanzo del leader con i votanti è terminato. I Partiti prendono posizione per il cambio di guardia.”

“Giovedì  durante il programma televisivo di dibattito politico Ballarò il Ministro dell’Economia, Giulio Tremonti (possibile successore di Silvio Berlusconi sul fronte del Popolo delle Libertà) … ha fatto un amplio elogio della propria saggia e prudente politica economica ed ha ovviato  qualsiasi riferimento al capo . . .  Dopo 18 mesi dalle elezioni vinte con ampia maggioranza …nemmeno i suoi ministri osano difendere in pubblico il capo di Governo… L’ex giudice  Antonio Di Pietro leader dell’Italia dei Valori … ha pronosticato ”  l’implosione è molto vicina, e Berlusconi cadrà come Saddam Hussein, alzando il dito e fingendo che non importa , che non è successo nulla ” all’invettiva ha risposto ieri il ministro della Pubblica Amministrazione, Renato Bruneta, socialista berlusconiano, che ha accusato (testuali parole)” l’élite di merda della cattiva sinistra, parassitaria, burocratica e editoriale” di essere sul punto ” di preparare un colpo di stato”. Del declino di Berlusconi non dubita più nessuno, né in Italia né soprattutto fuori…da quando sua moglie, Veronica Lario, ha denunciato al mondo intero le sue ossessive avventure sessuali con prostitute e veline, alcune di queste promosse a candidate del partito, la decadenza ed i nervi del primo Ministro non hanno fatto altro che crescere . ” È iniziata la fase finale del berlusconismo” commenta Giuliano Anselmi, presidente della Agenzia ANSA … Il problema è che nessuno sa dire quanto durerà questa fase… il programma  della RAI Porta a Porta del suo amico Bruno Vespa… ha raggiunto questa settimana uno squallido 13,5 di audience , induce pensare che molti elettori sono stanchi del miglior primo ministro italiano dei 150 di storia del paese…”

 Leggi l’intero articolo su El Pais 2 e 3 pagina!